EXAGERE RIVISTA - Marzo - Aprile 2024, n. 3-4 anno IX - ISSN 2531-7334

Corso introduttivo alla Medicina Narrativa

  Che cos’è la medicina Narrativa? La Medicina Narrativa si può definire come “medicina fortificata da competenze narrative” come dice Rita Charon, ideatrice del termine. Oppure – utilizzando la definizione della Consensus Conference – la si può definire come [...]

La verità nel dolore – Intervista a Vittorio Guardamagna e Florence Didier

intervista di Federica Biolzi -Il ruolo rivestito dai familiari durante l’evoluzione della malattia e le loro reazioni si ripercuotono sul malato e influenzano profondamente la sua capacità di adattamento. A sua volta, anche le reazioni del paziente hanno delle [...]

Finzioni. Menzogne della scienza e verità dell’arte

di Gianfranco Pecchinenda - quali nuove verità possono oggi rivelarci le nuove scienze sulla verità e la menzogna dell’io, della coscienza e della mente, rispetto ai grandi contributi e alle brillanti intuizioni della filosofia e della psicologia degli ultimi [...]

“Raccontar storie” in medicina. Intervista a Trisha Greenhalgh e Maria Giulia Marini

intervista di Francesca Memini (ITA/ENG) - Le storie che i pazienti raccontano sono portatrici di una verità idiografica, che si integra con il sapere logico-scientifico della medicina basata sulle evidenze e che permette al medico una reale personalizzazione della [...]

La menzogna politica e il consenso. Attualità dei totalitarismi

di Primavera Fisogni - dopo Auschwitz, il campo di sterminio per eccellenza – laboratorio del male radicale, ovvero dell’umanità percepita come superflua – non è più possibile guardare alla morale in senso kantiano, nei termini di legge universale [...]

Sulle tracce di Gregory Bateson: ecologia, mente, epistemologia

di Sergio Manghi - Un movimento, potremmo dire, di scomoda torsione concettuale, relativo alle parole chiave ecologia e mente, al cuore della nota espressione batesoniana. Preparandosi ad attraversare un guado incerto lungo il quale, potremmo dire semplificando, l’ecologia non [...]

Bateson e Winnicott: il gioco e i mondi intermedi

di Alfonso Maurizio Iacono -è errato identificare illusione con inganno, mentre è più interessante mettere in relazione l'illusione con la verità attraverso l'apprendimento della pratica del coinvolgimento consapevole. È su questo terreno che si misura la pratica dell’autonomia all’interno [...]

Da Bateson a Morin: epistemologia della complessità e pedagogia dell’impegno

di Valentina Casirati - Se in Bateson le dimensioni della scelta e dell’impegno discendono direttamente dall’idea di una mente ecologica in associazione simbiotica con il suo ambiente, per Morin la “conoscenza pertinente” propria di una “testa ben fatta” porta [...]

Oltre la forma: riflessioni su cornici, contesto, transcontestualità.

di Annibale Fanali - Chiudendo le cornici trasformiamo cose, persone e conversazioni in oggetti banali e prevedibili, riconducendo l’ignoto, cioè quello che non sappiamo vedere, al noto, alle categorie cioè proprie del paradigma in uso nella comunità scientifica in [...]

Verso una contestualizzazione della salute, della malattia e della guarigione: implicazioni dell’epistemologia del sacro di Bateson

di George W. Saba - (ITA/ENG) Cosa lega il virus dell'HIV al desiderio di avere figli di una coppia, alla paura dell'infezione, alla loro migrazione da El Salvador, all'incarcerazione del marito negli Stati Uniti e tutte queste cose al [...]

Showing 26 to 50 of 87 results
error: Content is protected !!