EXAGERE RIVISTA - Marzo - Aprile 2021, n. 3-4 anno VI - ISSN 2531-7334

Educare nella complessità: per una pedagogia della presenza Alcuni spunti di riflessione

di Maurizio Parente - La pedagogia ha la possibilità di reinterpretarsi quale scienza il cui compito è innanzitutto quello di un’educazione al pensiero libero, senza mai rinunciare alla legittimazione teoretica di tale libertà.

Alla ricerca della Pedagogia perduta. Post-umanesimo-Trans-umanesimo-Cultura digitale e prospettive future

di Francesca Saliceti - I due decenni trascorsi del Terzo Millennio, pur presentando a livello globale uno scenario in repentina evoluzione, si sono distinti soprattutto per l’incertezza, l’instabilità, e la presenza di nuove emergenze.

L’Area Educativa Pedagogica: un progetto di connessione e condivisione

di Angela Falchetti - Il professionista da considerarsi come ricercatore che, attento all’analisi del contesto e alla rilevazione dei bisogni, accolga agendo e individuando, nel corso dell’esperienza, le strategie più funzionali alla soluzione del problema, di correggerle e affinarle [...]

La presenza come costrutto pedagogico di inclusione. Il caso di Matteo

di Susi Panchetti - L'esperienza soggettiva determina i cambiamenti: ricevere uno stimolo, un premio, un'informazione ovvero una frustrazione oppure, nel caso del sorriso dell'educatrice, un rinforzo, sono tutte azioni che generano relazioni interpersonali tipiche della relazione educativa.

Le radici della physis:  i Greci e la natura delle cose da Omero a Epicuro

di Dino De Sanctis -"Se non ci turbasse la paura delle cose celesti e della morte, nel timore che esse abbiano qualche importanza per noi, e l’ignoranza dei limiti dei dolori e dei desideri, non avremmo bisogno della scienza [...]

Siamo tutti psicologi, sociologi, filosofi? Sì, no, forse, chissà.

di Alberto Basoalto - Riteniamo che la domanda posta nel titolo non sia affatto un problema da lasciare alla suscettibilità dei singoli studiosi, della loro professionalità, formazione, appartenenza ad un ordine professionale. Essa s'inserisce problematiche proprie della storia del [...]

Tra fisica ed etica: forme e fini della ricerca meteorologica di Epicuro nell’Epistola a Pitocle

di Dino De Sanctis - Il bando della vuota opinione, la falsa doxa contrapposta alla verità che rappresenta il cuore della ricerca scientifica, è motivato nell’ambito di un’indagine dai contorni non semplici quale è quella sulle cause dei fenomeni [...]

Colloqui con i detenuti e mantenimento del rapporto con i familiari. Previsioni ordinarie e restrizioni a seguito delle norme anti Covid-19.

di Cristina Esposito -accanto alla volontà di privilegiare i legami affettivi quali elemento centrale del trattamento, emerge anche l’attenzione per la famiglia quale istituzione, per l’infanzia e per la tutela dei soggetti socialmente vulnerabili all’esterno, ovverosia i familiari del [...]

Oltre il gesto e l’immagine. Il cammino dell’Aikido e il tempo della pandemia

di Florence Labasque (ITA/ESP) - A volte occorre riconoscere che non tutti comprendono oppure che le cose non ti riescono perfette immediatamente. Aver pazienza e perseveranza, queste sono le virtù che dobbiamo coltivare, nella vita come di fronte al [...]

Dall’abitudine alle dipendenze patologiche: un’evoluzione dei fenomeni di addiction

di Antonio Puleggio e Sandra Sostegni - I comportamenti di elusione, evitamento, ritiro, rivolgimento verso di sé caratterizzano anche altre manifestazioni, la cui estensione e diffusione è tale da poterli considerare fenomeni consueti, tipici, “normali”. Ci riferiamo alle cosiddette [...]

Dipendenze da Internet e vuoto. Tra perdita e riappropriazione di realtà nell’hikikomori

di Primavera Fisogni - Ma perché l’uso ossessivo della rete distacca dal mondo reale, o mondo della vita (Lebenswelt) secondo la tradizione fenomenologica? Cosa possono insegnarci questa e altre forme di dipendenza? Se nell’abuso di sostanze intervengono fattori biochimici [...]

Showing 1 to 25 of 80 results
error: Content is protected !!