EXAGERE RIVISTA - Settembre - Ottobre 2020, n. 9 - 10 anno V - ISSN 2531-7334

Il labile confine tra filosofia e scienza. Intervista a Telmo Pievani

di Federica Biolzi - Vi è una matrice storica comune in tutta l’umanità, che ha avuto un’origine africana recente, e che la nostra diversità deriva dall’emigrazione e dai successivi spostamenti delle diverse popolazioni. Questo processo ha dato origine [...]

Classificare gli altri. Il paradigma del mondo occidentale. Intervista a Marco Aime

di Gianfranco Brevetto - la memoria è fatta di quegli elementi che servono a legittimare quello che c’è nel presente. George Orwell in 1984 parlava di un Ministero della verità che riscrive la storia. Le tradizioni vengono riprese, [...]

Jacques Derrida. Il tono di un’apocalisse sempre provvisoria. Intervista a Silvano Facioni

di Federica Biolzi - Si direbbe che la filosofia tenda, in un modo o nell'altro, a neutralizzare il tono, vale a dire ad assumere un tono, per così dire, "neutro", scevro da specificità, proprio in nome delle categorie che [...]

Chi è Ricardo Montero? La coscienza e la scrittura come atto necessario. Intervista a Gianfranco Pecchinenda

di Alberto Basoalto -Il romanzo è per me una specie di coscienza. Uno strumento evolutivo di cui ci siamo dotati per affinare le nostre facoltà percettive. Come tutte le arti, ci rende più adatti alla sopravvivenza...

I grafici mentono perché noi mentiamo a noi stessi. Intervista a Alberto Cairo

di Luigi Serrapica - La sfida odierna è diversa, la propaganda politica con cui abbiamo a che fare oggi è molto più raffinata e il pubblico stesso deve diventare maggiormente sofisticato per combatterla.

Siamo meno egoisti di quanto crediamo. Intervista a Sebastiano Maffettone

di Gianfranco Brevetto - Dopo le sferzate di Copernico, Darwin e Freud, la pandemia ha messo l’umanità a nudo. Ci troviamo di fronte a cambiamenti individuali e collettivi che non risulteranno facili. Dobbiamo imparare a interrogarci sul mondo.

Paul Ricoeur: l’homme de tous les dialogues. Intervista a Francesco Barale

di Federica Biolzi - Ricoeur è con grande evidenza attratto dalle tematiche psicoanalitiche e comincia a ritenere che il confronto con esse sia ineludibile per affrontare i grandi temi del male, della colpa, dell’etica

La scuola del saper rischiare. La didattica del dopo Covid in un’intervista con Donatella Fantozzi

di Morena Lari - Alla scuola di oggi manca il coraggio di scommettere e quindi il saper rischiare. Mi piacerebbe che gli insegnanti cominciassero a costruire un aspetto bellissimo della loro professione, ovvero il saper fare il trapezista senza [...]

Tutto andrà bene solo se nulla sarà come prima: i limiti del monetarismo. Intervista a Pierangelo Dacrema

di Luigi Serrapica - La moneta è un oggetto sociale, superabile. Certo, non dico superabile in pochi anni, forse in mezzo secolo si potrebbe cominciare a vedere qualche cambiamento, ma bisogna ragionarci.

Il rischio è quello di un ritorno ad una normalità malata. Intervista a Don Luigi Ciotti

di Luigi Serrapica - L’impegno sociale non è cosa per “navigatori solitari”. Per costruire una società del “noi” – cioè della condivisione, della corresponsabilità, della giustizia sociale – occorre un “noi” che non si sia lasciato sedurre e catturare [...]

Le aberrazioni della scuola fondata sul principio manageriale del teaching by the test . Intervista a Philippe Meirieu

di Gianfranco Brevetto (ITA/FRA) - Il modello manageriale fa riferimento al paradigma della "scuola efficace", efficace per il successo di test e per le valutazioni standardizzate. Siamo ben consapevoli delle gravi aberrazioni prodotte da questo fenomeno: la pressione valutativa [...]

Il miracolo del logos: l’uomo da creato diventa creatore. La parole che allungano la vita di Ivano Dionigi

di Alberto Basoalto - Ai greci e ai latini va riconosciuta la capacità di porsi domande, quelle vere, ancora attuali: il tu qui es agostiniano o il tìs áristos bìos, con il quale, i pensatori greci, si interrogavano su [...]

La parola che dà dignità all’uomo. La scuola di don Milani. Intervista a Sandra Gesualdi

di Gianfranco Brevetto - La parola, diceva don Milani, dà dignità all’uomo, l’uomo ha dignità quando riesce a comprendere il contesto in cui è inserito e vi sa dare risposta. La scuola è la risposta più immediata a questo [...]

A curriri e a ’nchianàri. A colloquio con Massimo Barilla

di Gianfranco Brevetto - Scrivere in dialetto oggi, pone di fonte ad un problema non indifferente. Con quale lingua realmente ci misuriamo? Quella colloquialmente parlata nelle nostre città e fortemente semplificata per assimilazione con l’italiano? Quella ancora ricca e [...]

Siamo perché socializziamo. Biologia ed eusocialità nel saggio di Edward O. Wilson

di Alberto Basoalto - Le transizioni evolutive si sono variamente intrecciate e stratificate in un meccanismo basato sulla salvezza del gruppo a spese del sacrifico del singolo. Come può essere avvenuto ciò che appare un ossimoro, un’aperta contraddizione?

Far fronte alle crisi di nervi dei bambini e degli adolescenti. Intervista a Nathalie Franc

di Gianfranco Brevetto - la crisi nervosa corrisponde ad una sorta di esplosione emotiva in cui la persona perde il controllo e si ritrova sopraffatta dalle proprie emozioni. Nel bambino e nell’adolescente generalmente si traduce in comportamenti esplosivi come [...]

L’accudimento e la trasmissione intergenerazionale del trauma. Intervista a Clara Mucci

di Federica Biolzi - Il benessere reciproco, il tocco, il dialogo amoroso anche quando il bambino è piccolissimo è tutto basato sugli input visivi-facciali e sensoriali-corporei dello scambio a due e sulle emozioni che regolano il rapporto.

Il grande imbroglio delle migrazioni nel Mediterraneo. Quando la politica diventa ideologia.

di Alberto Basoalto - La nozione di irregolarità, storicamente determinata, merita un’attenzione particolare. Nel caso dei profughi, essa appare solo temporanea, in attesa di un possibile riconoscimento dello status giuridico.

Postmodernità e pensiero liquido nel pensiero di Bauman. Intervista a Carlo Bordoni

di Luigi Serrapica - Dietro la liquidità teorizzata dal sociologo polacco, tuttavia, c’è un sistema di pensiero importante, caratterizzato da una sostanziale asistematicità che ne rende complesso e sfaccettato il lascito intellettuale

L’invenzione dell’illegal alien e le prospettive dell’accoglienza. Intervista a Michel Agier

di Alberto Basoalto - Il problema di chi vede arrivare uno straniero si poggia sulla domanda: occorre farne un ospite e come? È importante riconoscere che, in questo primo momento, due impulsi coabitano, quello dell’ospitalità e quello della ostilità.

Showing 1 to 25 of 74 results
error: Content is protected !!