EXAGERE RIVISTA - Settembre-Ottobre 2019, n.9-10 anno IV - ISSN 2531-7334

La gioia e il terrore, antropologia di una risata. Intervista a David Le Breton

di Luigi Serrapica - La maschera non assicura l’anonimato, favorisce anche la perdita delle inibizioni, dà potenza a tentazioni nascoste e represse. Travisando i tratti, sospende anche gli obblighi morali. Toglie i sigilli dell’Io e lascia libero corso [...]

Sapevo che mia madre sarebbe morta, conoscevo il finale del mio racconto. Intervista a Mathieu Simonet

di Gianfranco Brevetto - (ITA/FRA) Scrivere sulla morte della madre è, nello stesso tempo, confortante e vertiginoso. Quasi osceno. Nelle settimane che precedettero la sua morte , sapevo che stavo scrivendo della sua agonia. Le mie motivazioni [...]

L’ininfluenza degli influencer. Veri e finti maestri nell’ultimo saggio di Gustavo Zagrebelsky.

di Luigi Serrapica - Il problema non è tanto (non è solo) che i maestri di caratura scarseggiano: è che mancano proprio i discepoli, manca chi è in grado di accettare la scintilla proveniente dall’esterno

L’umana dismisura degli dèi. Una guida ai miti greci. Intervista a Silvia Romani

di Gianni Dessì - Ogni viaggio in Grecia è un viaggio nell’anima, un tuffo nel mare blu del Mediterraneo. Un ritrovarsi. E come potrebbe non essere così, sono lì le nostre radici, le radici del nostro pensiero e del [...]

L’infinità del limite è simile al nulla. Ricordo di Remo Bodei.

di Gianfranco Brevetto - Questa recensione era nata come un’intervista all’autore. Avevamo scelto il libro di Remo Bodei, Limite, perché il tema era lo stesso del numero di Exagere attualmente online[1]. Contavamo d’incontrarlo, come ogni anno al Festival della [...]

La crisi dello storytelling e i rischi della banalizzazione del senso. Intervista a Paolo Fabbri

di Gianfranco Brevetto -Il problema non è lo studio delle cause, modello scientifico derivato dalle scienze naturali, occorre, invece, comprendere il senso che assumono gli eventi. L’idea è quella di mettere il senso in condizioni di significare com'è [...]

La natura umana è mescolanza. L’inconsistenza del concetto di razza primordiale nel libro di David Reich

di Federica Biolzi - Oggi tante persone danno per scontato che gli esseri umani possano essere raggruppati biologicamente in gruppi primordiali, che corrispondono al nostro concetto di razza, le cui origini sarebbero le popolazioni separatesi decine di millenni or [...]

Tenersi sulla via della memoria. Emil Cioran, lettere a Petre Tutea

di Gerolamo Sirena - E' nell'insonnia che non tramonta lo spirito di quel legame ed appartiene all'insonnia quell'eccedenza che rende, in qualche modo, i due interlocutori intangibili e proprio per questo non addomesticabili, inadeguati a qualsiasi luogo finito, a [...]

L’essenza del pregiudizio e la normalità del male. Intervista a Isabella Merzagora

di Federica Biolzi - I soggetti inclini all’autoritarismo e alla deresponsabilizzazione, che hanno interiorizzato regole e non valori e principi, hanno bisogno di un sostegno esterno e spesso sono proclivi a consegnarsi ad un uomo forte, a un demagogo [...]

Il genogramma spezzato – intervista a Silvia Dai Pra’

di Gianfranco Brevetto - Della famiglia paterna non sapevo nulla, avevo solo vaghi indizi: l'Istria, un padre problematico, una nonna che sembrava avere passato la sua vita vegetando in un'apatia depressiva, una costante guerriglia tra mio padre e lei...

Ricostruire un quadro d’insieme della malattia. La medicina narrativa nel libro di Rita Charon

di Federica Biolzi - L’idea, alla base, è che la medicina può trarre vantaggio da quello che gli studiosi di letteratura, psicologi e antropologi sanno già, cioè il funzionamento delle narrazioni e come queste riescono a trasmettere conoscenza [...]

I neuroni che ci aiutano a comprendere gli altri: il libro di Rizzolatti e Sinigaglia.

di Federica Biolzi - Tutto ha avuto inizio a partire dagli anni Novanta del secolo scorso, quando, un gruppo di ricercatori dell’Università di Parma, del quale faceva parte anche Rizzolatti, ha individuato questi particolari neuroni nella corteccia premotoria dei [...]

La trasformazione provoca sofferenza: una vita da expat. Intervista a Francesca Rigotti

di Gianfranco Brevetto - Non amo il termine resilienza, mi sembra un concetto chic, tanto alla moda, come è tanto alla moda puntare, nella pubblicità, su persone che sembrano essersi adattate a situazioni di grande deprivazione fisica

Ci fu un momento in cui l’uomo fu solo. Seneca e Lucrezio nell’interessante libro di Ivano Dionigi

di Federica Biolzi - Atene e Roma, e il pensiero che hanno elaborato, non hanno risolto tutti i problemi. Non sono certamente dei modelli da seguire ma ci hanno preceduti con le nostre stesse domande

Showing 1 to 25 of 45 results
error: Content is protected !!